Passa ai contenuti principali

Di Blog e di Libri

E' un momento in cui mi sto chiedendo seriamente se tenere un blog sia ancora utile.

E poi arrivano notizie come la chiusura di Strategie Evolutive, il blog di Davide Mana di cui hanno parlato Massimo Citi in Fronte & Retro e Nick del blog Nocturnia, altri due blog eccellenti.
Cosa succede ai blog?
Non mi sogno nemmeno lontanamente di paragonare il mio blog a questi tre: la mia è solo una riflessione sul perchè sempre più blog chiudono.

Siamo un'epoca senza tempo. Sollecitati da centinaia di input al giorno, alla ricerca di velocità, più che di sostanza. Sempre più spesso capita di vedere sale d'attesa silenziose con persone & smartphone; pedoni zigzaganti mentre scrivono un messaggio. E' una generazione che vive di immagini più che di contenuti, di letture fulminee e risposte altrettanto stringate, basta esserci, con brevità, please.
Gli ideatori dei social lo hanno capito subito.
E così Facebook, Twitter & soci la fanno da padrone, mentre le caselle di commento dei blog si svuotano, lasciando spazio ad un impoverimento culturale senza fine.

Perchè Strategie Evolutive di contenuti ne ha. Io l'ho sempre letto, ma commentato poco, lo ammetto. Ma solo perchè non conosco il 98% delle cose di cui scrive il Mana.
Una qualità mai incontrata prima. Quando sono inciampata per caso in questo blog ho pensato subito che avere Davide Mana come professore universitario sarebbe stata un'esperienza illuminante.

Per me Strategie Evolutive era un luogo per imparare e stralunarmi di fronte a mondi sconosciuti e ad una intelligenza fuori da comune. Quindi si, è un peccato che chiuda, anche se ne capisco le ragioni.
E' davvero un peccato.

Commenti

  1. Io mi auguri ancora che Davide ci ripensi, certo però che ancora non riesco a crederci che Strategie Evolutive chiuda.

    RispondiElimina
  2. Diciamo che si tratta di un problema di denaro. Se io dedico troppo tempo a un blog che non "rende" dovrò finire per lasciarlo da parte per dedicarmi a qualcosa di più importante e redditizio. Redditizio anche soltanto nel senso di darmi qualcosa per mettere insieme il pranzo con la cena. Sinceramente mi aspettavo la chiusura del blog e non penso che Davide cambierà idea per lo meno in tempi brevi. È stato bello finché c'era, adesso bisogna imparare a farne a meno. Dopodiché resta sacrosantamente vero tutto ciò che scrivi sul tempo ingoiato di fretta e male, sprecato nel tentativo di apparire nonostante tutto. Un selfie di massa che ci mostra la nostra faccia irrimediabilmente stupida e disperata.

    RispondiElimina
  3. Io ho letto pochissimo post su "Strategie evolutive", però ricordo che erano di qualità e interessanti. Non so perché poi non sono diventata un'assidua lettrice... in ogni caso, è sempre triste quando una voce smette di parlare nella blogosfera: è un po' una stella che si spegne.

    RispondiElimina
  4. Grazie del pensiero, Lady.
    Ci si vede in giro per la rete ;)

    RispondiElimina
  5. Anche il mio blog, come avrai visto, è uscito da tempo dalla logica del "un post al giorno", e per un po' ne ho seriamente considerato la chiusura.
    Per ora, è ancora là, ma non so per quanto.
    Di certo, tante cose cambiano, là fuori ma anche dentro di noi è accanto a noi, e il blog a un certo punto diventa un anacronismo, un obbligo, una voce nel deserto, nessuna di queste cose o cento altre, ma non è più quello che era prima.

    RispondiElimina
  6. Non paragono nemmeno lontanamente il mio blog a quelli da te citati, ma anche io latito parecchio... però non credo lo chiuderò mai. Terrò sempre questo spazio, nel quale, quando avrò voglia, scriverò di me, dei miei cani, della mia dieta... :)
    un abbraccio

    RispondiElimina
  7. È da qualche anno che sostengo che i SN abbiano ucciso i Blog… e io in primis ho perso un po' il ritmo del'aggiornamento. Però il bello dle blgo è che quando vuoi, lo puoi leggere e commentare, anche se è un post vecchi (alcuni argomenti sono sempre attuali) mentre su FB o Twitter o commenti/laiki o rispondi subito o la cosa va perduta e diventa vecchia.

    RispondiElimina

Posta un commento

Bando alla pigrizia, commenta!

Post popolari in questo blog

KEEP CALM & CARRY ON - the beginning

Una libreria storica, un tempo stazione ferroviaria, in cui viene voglia di andare a trascorrere un pomeriggio nella OLD WAITING ROOM.
Si tratta della Barter Books e della vera storia dell'arcinoto slogan KEEP CALM AND CARRY ON, ideato dal governo inglese (assieme ad altri due slogan) nel 1939 per sorreggere il morale del popolo britannico all'inizio della Seconda Guerra Mondiale.
Qualche anno fa il poster fu scoperto appunto nella libreria Barter Books, in una scatola di vecchi libri vinti ad un'asta, generando un entusiasmo ed una diffusione imprevisti.
Qui il negozio ufficiale della libreria che propone i tre poster originali. e qui uno dei tanti shop on line che propone tovaglie, tazze, poster e altri gadget.

La Barter Books è una tra le 20 librerie più belle al mondo. Seguirà un post a rriguardo, intanto, a voi la storia


e qualcuna delle declinazioni più simpatiche:









FONTE NOTIZIA: blog BLOGGING WOLF

Henri Cartier Bresson - mostra a Torino

Henri Cartier Bresson credeva che ogni azione, ogni soggetto, ogni situazione vivesse prima o poi un momento decisivo, un attimo importante, da fotografare.
Un fotografo che ha testimoniato il secolo scorso, anche attraverso la pittura, con i suoi scatti su momenti storici rilevanti o quotidiani. Un artista che ha trovato essenziale viaggiare per nutrire la sua arte, perchè le sue Leica non fossero passatempo, ma occhio vigile sulla realtà, in ogni declinazione.
Ha fotografato la storia, la miseria umana, attori del cinema e scrittori, con uno stile in bianco e nero senza virtuosismi, ma fatto i occhio, cuore e anima allineati, come diceva spesso.
A Torino fino al 24 giugno 2012 c'è sua una mostra di 180 foto a Palazzo reale. Ci sono andata ieri e ne sono uscita emozionata.

Non amo particolarmente "quel" genere di foto, soprattutto dedicato a volti e persone.
Ma è inevitabile restare affascinati dagli scatti sopravvissuti all'autore, immagini in perpetuo movimento. P…

BUONE VACANZE A TUTTI

Ci rivediamo a settembre. Fate almeno una cosa al giorno che vi rende felice, evitate le costrizioni e viaggiate tanto, fisicamente o mentalmente (a libera declinazione).

Spero al ritorno di rittrovare il blog Nocturnia aperto.
Cyberluke hai visto The Talking Dead??

Baci

CREDITS: foto di IVANA PORTA