Passa ai contenuti principali

COSA POSSIAMO FARE NOI

Mentre il Governo si trascina come uno zombie zoppo e nessuno fa nulla per migliorare le condizioni disgraziate in cui versa il Paese, il mondo va avanti con le sue necessità e noi non possiamo stare a guardare.
Un singolo individuo può cambiare il mondo? Da solo no, ma insieme ci possiamo provare.
L'importante è non restare fermi a guardare, perchè in tal caso si perde un pezzetto d'anima ogni giorno.
Nel mio piccolo cerco di fare del mio meglio, non è mai abbastanza, ma ho intenzione di migliorare.
Cerco di avere il minor impatto possibile sul pianeta.
Chiudo sempre l'acqua se non serve.
Spengo le luci se non sono nella stanza.
Cerco di comprare alimenti piemontesi per non farli viaggiare inquinando.
Non compro mai cosmetici testati sugli animali.
Cerco detersivi e saponi nella busta ricaricabile o sfusi in modo da non produrre inutile plastica nei rifiuti.
Ad esempio a Torino c'è un negozio delizioso che si chiama NEGOZIO LEGGERO.
Per voi possono essere altre cose, ognuno di noi può FARE. Per qualcuno potrebbe essere donare del cibo a un canile o alla mensa dei poveri, o aderire alle battaglie di Greenpeace, quello che sia.
Basta non essere indifferenti.
Dove i vertici sono marci sono le radici che devono muoversi perchè la pianta rinasca.

Una iniziativa deliziosa è quella promossa dalla LAV (Lega Anti Vivisezione) per San Valentino.
Non festeggio mai San Valentino, ma stavolta sì, l'occasione è speciale per adottare un essere dolce strappato al dolore che ha bisogno.

Ora, i ben/malpensanti che stanno per scrivere "eh ma ci sono tanti umani bisognosi altro che animali" vorrei si fermassero a riflettere sul fatto che un cuore non ha limiti di spazio e può voler bene a umani e animali allo stesso modo.
E chi si scandalizza può "girare canale" che qui non è il benvenuto.

C'è anche un'altra più risonante iniziativa, ma è facile da attuare, allegra, d'atmosfera, sempre lo stesso giorno M'ILLUMINO DI MENO, l'iniziativa promossa da Caterpillar, il famoso programma di Radio 2.
Si spegne tutto, per un giorno, o almeno si cerca di risparmiare energia come possiamo.


Commenti

  1. E' vero, appena uno dice che vuol fare qualcosa per gli animali, molti rispondono che ci sono tante persone bisognose... come se una cosa escludesse l'altra o come se, dicendo che amo gli animali, dicessi che odio le persone.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Credo che aderirò ad entrambe, l'una non esclude l'altra, dopotutto.

    RispondiElimina

Posta un commento

Bando alla pigrizia, commenta!

Post popolari in questo blog

KEEP CALM & CARRY ON - the beginning

Una libreria storica, un tempo stazione ferroviaria, in cui viene voglia di andare a trascorrere un pomeriggio nella OLD WAITING ROOM.
Si tratta della Barter Books e della vera storia dell'arcinoto slogan KEEP CALM AND CARRY ON, ideato dal governo inglese (assieme ad altri due slogan) nel 1939 per sorreggere il morale del popolo britannico all'inizio della Seconda Guerra Mondiale.
Qualche anno fa il poster fu scoperto appunto nella libreria Barter Books, in una scatola di vecchi libri vinti ad un'asta, generando un entusiasmo ed una diffusione imprevisti.
Qui il negozio ufficiale della libreria che propone i tre poster originali. e qui uno dei tanti shop on line che propone tovaglie, tazze, poster e altri gadget.

La Barter Books è una tra le 20 librerie più belle al mondo. Seguirà un post a rriguardo, intanto, a voi la storia


e qualcuna delle declinazioni più simpatiche:









FONTE NOTIZIA: blog BLOGGING WOLF

Henri Cartier Bresson - mostra a Torino

Henri Cartier Bresson credeva che ogni azione, ogni soggetto, ogni situazione vivesse prima o poi un momento decisivo, un attimo importante, da fotografare.
Un fotografo che ha testimoniato il secolo scorso, anche attraverso la pittura, con i suoi scatti su momenti storici rilevanti o quotidiani. Un artista che ha trovato essenziale viaggiare per nutrire la sua arte, perchè le sue Leica non fossero passatempo, ma occhio vigile sulla realtà, in ogni declinazione.
Ha fotografato la storia, la miseria umana, attori del cinema e scrittori, con uno stile in bianco e nero senza virtuosismi, ma fatto i occhio, cuore e anima allineati, come diceva spesso.
A Torino fino al 24 giugno 2012 c'è sua una mostra di 180 foto a Palazzo reale. Ci sono andata ieri e ne sono uscita emozionata.

Non amo particolarmente "quel" genere di foto, soprattutto dedicato a volti e persone.
Ma è inevitabile restare affascinati dagli scatti sopravvissuti all'autore, immagini in perpetuo movimento. P…

BUONE VACANZE A TUTTI

Ci rivediamo a settembre. Fate almeno una cosa al giorno che vi rende felice, evitate le costrizioni e viaggiate tanto, fisicamente o mentalmente (a libera declinazione).

Spero al ritorno di rittrovare il blog Nocturnia aperto.
Cyberluke hai visto The Talking Dead??

Baci

CREDITS: foto di IVANA PORTA