Passa ai contenuti principali

LUNEDI' DI STERCO

« Se qualcosa può andar male, lo farà. » Arthur Block
 
Sogno ancora, sapete? E cerco di immaginare come potrebbe essere non lavorare e dedicarsi alla propria creatività, la scrittura, la fotografia, qualsiasi altra arte.
Sono qui invece con la tovaglia apparecchiata a metà, le cotolette di lonza di maiale nel forno assieme (nel ripiano superiore) alle bietole e parmigiano. L'acqua bolle per la pasta del pranzo di domani, ci sono mille cose da fare. E nel mezzo dell'uragano cerco di rubare un post al mio tempo che mi concede ben poco di se' durante la settimana.

Il lunedì è un giorno di sterco, si sa, ma talvolta è anche peggio.
Uscita stamattina dimenticando mille cose, tra cui gli occhiali da vista, bene, giornata di mal di testa in ufficio.
Giornata lavorativa assurda (chiunque dovrebbe passare una giornata da assistente di direzione) piena di input assurdi che mi logorando con la sindrome da burnout (googlate googlate).
In più un bel raccontino di un dipendente sulla sua operazione all'ernia inguinale con tanto di descrizione della mutanda contenitiva, olè.

****vado a controllare il forno****

Tornata a casa la sopresa: i miei rimedi anti pennuti (assolutamente cruelty-free) hanno funzionato per due giorni, ma oggi no.
Hanno mangiato la foglia, e fustellato il balcone di pittura verde puzzolente...

Aspetto con ansia falco e civetta...!

Qualche tempo fa avevo pensato di chiudere il blog. Ho preso una pausa, ci ho pensato, e per quanto ininfluente e poco interessante possa essere quello che scrivo è un ottimo esercizio di scrittura che non desidero abbandonare. Dunque grazie per i vostri commenti, preziosi anche se non rispondo a tutti!!!

***CENA PRONTA***

Commenti

  1. Ti potrei consigliare questo:

    http://www.02blog.it/post/11399/dieci-modi-per-tenere-lontani-i-piccioni-dal-balcone

    oppure (un po' più serio) questo:

    http://www.buonaidea.it/home_idee_casa_balcone_7_allontanare-i-piccioni-dal-balcone.aspx

    A Domani ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prendo appunti, grazie per i preziosi consigli!

      Elimina
  2. No, non abbandonare il blog :)
    spero oggi vada meglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fra, si si oggi va molto meglio

      Elimina
  3. I piccioni sono una piccola peste dei nostri tempi. Ma hai provato con un paio di eliche rotanti con fustelle a specchio? In alternativa ti consiglio un gatto o un cane. La loro presenza tiene lontano i piccioni, davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No con le eliche rotanti (sembra un'arma di Goldrake :) ) non ho mai porvato, mi attrezzerò.
      Adorerei avere un gatto o un cane, ma siamo fuori 9 ore al giorno, sarebbe crudele...

      Elimina

Posta un commento

Bando alla pigrizia, commenta!

Post popolari in questo blog

KEEP CALM & CARRY ON - the beginning

Una libreria storica, un tempo stazione ferroviaria, in cui viene voglia di andare a trascorrere un pomeriggio nella OLD WAITING ROOM.
Si tratta della Barter Books e della vera storia dell'arcinoto slogan KEEP CALM AND CARRY ON, ideato dal governo inglese (assieme ad altri due slogan) nel 1939 per sorreggere il morale del popolo britannico all'inizio della Seconda Guerra Mondiale.
Qualche anno fa il poster fu scoperto appunto nella libreria Barter Books, in una scatola di vecchi libri vinti ad un'asta, generando un entusiasmo ed una diffusione imprevisti.
Qui il negozio ufficiale della libreria che propone i tre poster originali. e qui uno dei tanti shop on line che propone tovaglie, tazze, poster e altri gadget.

La Barter Books è una tra le 20 librerie più belle al mondo. Seguirà un post a rriguardo, intanto, a voi la storia


e qualcuna delle declinazioni più simpatiche:









FONTE NOTIZIA: blog BLOGGING WOLF

Henri Cartier Bresson - mostra a Torino

Henri Cartier Bresson credeva che ogni azione, ogni soggetto, ogni situazione vivesse prima o poi un momento decisivo, un attimo importante, da fotografare.
Un fotografo che ha testimoniato il secolo scorso, anche attraverso la pittura, con i suoi scatti su momenti storici rilevanti o quotidiani. Un artista che ha trovato essenziale viaggiare per nutrire la sua arte, perchè le sue Leica non fossero passatempo, ma occhio vigile sulla realtà, in ogni declinazione.
Ha fotografato la storia, la miseria umana, attori del cinema e scrittori, con uno stile in bianco e nero senza virtuosismi, ma fatto i occhio, cuore e anima allineati, come diceva spesso.
A Torino fino al 24 giugno 2012 c'è sua una mostra di 180 foto a Palazzo reale. Ci sono andata ieri e ne sono uscita emozionata.

Non amo particolarmente "quel" genere di foto, soprattutto dedicato a volti e persone.
Ma è inevitabile restare affascinati dagli scatti sopravvissuti all'autore, immagini in perpetuo movimento. P…

BUONE VACANZE A TUTTI

Ci rivediamo a settembre. Fate almeno una cosa al giorno che vi rende felice, evitate le costrizioni e viaggiate tanto, fisicamente o mentalmente (a libera declinazione).

Spero al ritorno di rittrovare il blog Nocturnia aperto.
Cyberluke hai visto The Talking Dead??

Baci

CREDITS: foto di IVANA PORTA